Segui

La gestione dei tempi sulle lavorazioni parallele

Sommario
Bravo Kiosk è lo strumento di raccolta dati di consuntivo di produzione che consente alle persone di rilevare in modo veloce e accurato i tempi di lavorazione, le quantità prodotte ed i quantitativi dei materiali prelevati.
I tempi di lavorazione delle Matricole e delle Macchine vengono determinati automaticamente da BravoKiosk calcolando l'intervallo di tempo tra una rilevazione di inizio lavorazione e la relativa rilevazione di fine lavorazione.
Nell'ambito dei processi produttivi è possibile che una parte delle lavorazioni vengono eseguite in parallelo, cioè vi possono essere per esempio:

  • più Matricole lavorano la medesima Fase di un Ordine di produzione (abbreviazione Odp)
  • una Macchina può essere utilizzata contemporaneamente per lavorare più Fasi di Ordini di produzione diversi
  • una Matricola lavora contemporaneamente la Fase di un Ordine di produzione su due Macchine distinte 
  • altri casi simili

In questi casi il sistema di rilevazione dei tempi di Bravo Kiosk è in grado di verificare le Fasi lavorate in parallelo, procedendo automaticamente ad una ripartizione dei tempi per Matricola e Macchina.
Di seguito nell'articolo viene illustrato il sistema di calcolo dei tempi sulle lavorazioni parallele.

Rilevazione di una lavorazione non eseguita in parallelo
Prima di spiegare il funzionamento di ripartizione dei tempi per le Fasi lavorate in parallelo, si prenda in considerazione l'esempio di seguito riportato, che mostra il calcolo dei tempi di lavorazione Matricola e Macchina nel caso in cui la lavorazione non venga eseguita contemporaneamente ad altre.

Nel caso riportato nel prospetto di cui sopra la Matricola 1 ha lavorato sulla Macchina A per l'Odp 16/00001 - Fase 10 dalle ore 10:00 alle ore 12:00.

Non vi sono Fasi lavorate in parallelo e la Matricola 1 e la Macchina A hanno lavorato per lo stesso intervallo di tempo, pertanto per entrambe le risorse il tempo di lavorazione risulta pari a 2 ore.
Nei paragrafi seguenti vengono trattati alcuni esempi di casi di rilevazioni di lavorazioni con Fasi parallelizzate, attraverso i quali viene illustrato il sistema di calcolo dei tempi.

Una Matricola lavora contemporaneamente una Fase di un Odp su due Macchine distinte
Si prenda ad esempio il seguente caso:

  1. alle 10:00 la Matricola 1 rileva l'inizio della lavorazione all'Odp 16/00001 - Fase 10 sulla Macchina A
  2. alle 10:00 la Matricola 1 rileva l'inizio della lavorazione all'Odp 16/00001 - Fase 10 anche sulla Macchina B, in modo da eseguire la stessa lavorazione su due Macchine diverse contemporaneamente, aumentando così la produttività
  3. alle 12:00 la Matricola 1 rileva la fine della lavorazione all'Odp 16/00001 - Fase 10 sulla Macchina A
  4. alle 12:00 la Matricola 1 rileva la fine della lavorazione all'Odp 16/00001 - Fase 10 sulla Macchina B

 

Questo caso viene gestito dal sistema con il calcolo dei tempi per le Fasi parallelizzate, dove nello stesso intervallo di tempo (2 ore) la Matricola 1 ha lavorato contemporaneamente su due Macchine distinte per lo stesso Odp\Fase e quindi ripartisce il tempo sulle due lavorazioni, attribuendo per ciascuna un tempo lavorato di 1 ora, che sommate danno le 2 ore totali lavorate dalla Matricola 1 dalle 10:00 alle 12:00.
I tempi versati risultano:

  • 2 ore lavorate dalla Macchina A sull'Odp 16/00001 - Fase 10
  • 2 ore lavorate dalla Macchina B sull'Odp 16/00001 - Fase 10
  • 1 ora lavorata dalla Matricola 1 sull'Odp 16/00001 - Fase 10 con la Macchina A
  • 1 ora lavorata dalla Matricola 1 sull'Odp 16/00001 - Fase 10 con la Macchina B

Il sistema attribuisce la stessa valenza (importanza) alle due lavorazioni e quindi divide il tempo totale lavorato dalla Matricola 1 per due, in quanto si tratta della stessa lavorazione eseguita su due Macchine distinte.
In questo modo il tempo lavorato dalla Matricola 1 viene ripartito sulle due lavorazioni che ha eseguito sullo stesso Odp\Fase nelle due Macchine e risulta congruente con le lavorazioni che ha svolto in parallelo.

Due Matricole lavorano contemporaneamente a due Fasi di due Odp distinti sulla stessa Macchina
Si prenda ad esempio il seguente caso:

  1. alle 10:00 la Matricola 1 rileva l'inizio della lavorazione all'Odp 16/00001 - Fase 10 sulla Macchina A
  2. alle 10:00 la Matricola 2 rileva l'inizio della lavorazione all'Odp 16/00002 - Fase 20 sulla Macchina A, in quanto la Macchina A può realizzare più lavorazioni contemporaneamente
  3. alle 12:00 la Matricola 1 rileva la fine della lavorazione all'Odp 16/00001 - Fase 10 sulla Macchina A
  4. alle 12:00 la Matricola 2 rileva la fine della lavorazione all'Odp 16/00002 - Fase 20 sulla Macchina A

 

 

Questo caso viene gestito dal sistema con il calcolo dei tempi per le Fasi parallelizzate, dove il sistema comprende che nello stesso intervallo di tempo (2 ore) la Macchina A ha lavorato contemporaneamente per due Matricole differenti su due Odp\Fase distinti e quindi ripartisce il tempo sulle due lavorazioni, attribuendo per ciascuno un tempo lavorato di 1 ora, che sommate danno le 2 ore totali lavorate dalle 10:00 alle 12:00 per la Macchina A.
I tempi versati risultano:

  • 2 ore lavorate dalla Matricola 1 sull'Odp 16/00001 - Fase 10 con la Macchina A
  • 2 ore lavorate dalla Matricola 2 sull'Odp 16/00002 - Fase 20 con la Macchina A
  • 1 ora lavorata dalla Macchina A sull'Odp 16/00001 - Fase 10 per la Matricola 1
  • 1 ora lavorata dalla Macchina A sull'Odp 16/00002 - Fase 20 per la Matricola 2

Il sistema attribuisce la stessa valenza (importanza) alle due lavorazioni sulla Macchina A e quindi divide il tempo totale lavorato su di essa per due, in quanto si tratta di due lavorazioni distinte eseguite da due distinte Matricole.
In questo modo il tempo lavorato dalla Macchina A viene ripartito sulle due lavorazioni che ha eseguito sulle due Odp\Fase dalle due Matricole e risulta congruente con le lavorazioni che ha svolto in parallelo.

La gestione dei tempi sulle lavorazioni parallele
Nei casi di esempio sopra descritti ed anche in altri casi simili, in cui una Matricola o una Macchina o entrambe, lavorano in parallelo nello stesso arco di tempo, il sistema è in grado di riconoscere queste situazioni e calcolare automaticamente i relativi tempi di lavorazione Matricola e Macchina, eseguendo una ripartizione dei tempi risorsa in base al numero di Fasi lavorate in parallelo.
Il suddetto sistema di rilevazione dei tempi è sempre attivo e non parametrizzabile.
Per il calcolo della ripartizione dei tempi viene considerato che ogni Fase ha la stessa valenza, non vi sono Fasi più rilevanti di altre, su cui la ripartizione del tempo deve avere un maggiore peso; i tempi sono ripartiti in modo equo su tutte le Fasi lavorate in parallelo.

 

Altre domande? Invia una richiesta

Commenti

Powered by Zendesk