Segui

Come eseguire l'esportazione dati verso Microsoft SQL Server

Sommario
Nel presente articolo puoi apprendere come creare ed usare una procedura (Task) di esportazione dati verso Microsoft SQL Server su Bravo DataExchange.

Premessa
Se non hai ancora confidenza con Bravo DataExchange, ti consigliamo di leggere gli articoli:

prima di continuare la lettura di questo articolo. 

Nei paragrafi seguenti vedremo la creazione di un Task di esportazione dati dell'anagrafica delle Unità di Misura di Bravo Manufacturing verso un gestionale ERP, nel caso di seguito descritto faremo riferimento al gestionale Mago.Net ® di Microarea.

Come creare un Task di esportazione
Per creare un Task di esportazione dati delle Unità di Misura di Base è necessario:

  • premere sulla voce di menù "Strumenti";
  • premere sulla voce di menù "Esportazione Dati" nella voce "Bravo DataExchange";
  • premere sul pulsante "Nuovo Task" NuovoTask.png nella barra degli strumenti, viene visualizzata la maschera del wizard di creazione Task di esportazione;
  • nel primo step del wizard viene visualizzato un messaggio di benvenuto, per disabilitare la visualizzazione del messaggio in creazione di altri Task di esportazione, è sufficiente impostare la spunta sul campo "Non mostrare più questa pagina di benvenuto al primo accesso";
  • premere sul pulsante "Continua >";
  • indicare un "Codice", un "Nome", una "Descrizione" nei relativi campi per definire il Task di esportazione dei dati delle Unità delle Misure Base, selezionare nel campo "Tipologia sorgente dati" l'opzione "Connessione Dati" e selezionare (tra quelle in precedenza censite) la connessione dati da utilizzare per l'esportazione;
  • premere il pulsante "Test connessione" per verificare il corretto funzionamento della connessione stessa;

01.png

  • premere sul pulsante "Continua >";
  • nel secondo step del wizard è necessario selezionare come sorgente la "Entità Bravo" da esportare e come destinazione la tabella del database del gestionale ERP che deve recepire i dati;

02.png

  • premere il pulsante "Continua >";
  • nello step di "Associazione delle colonne" occorre associare le proprietà dell'entità da esportare (colonna proprietà entità) con il relativo campo sulle tabelle del database di destinazione dove il dato viene importato (Colonna tabella destinazione); il sistema tenta di determinare l'associazione automaticamente controllando i nomi delle proprietà delle entità di origine ed i nomi dei campi sul database di destinazione, la verifica viene eseguita sia in lingua italiana che inglese.
    Nel nostro esempio (esportazione sul database del gestionale Mago.Net di Microarea), il sistema è stato in grado di determinare l'associazione per i dati relativi alle "Note" ed al "Simbolo" delle Unità di Misura. Le associazioni proposte in automatico potrebbero non essere sempre complete, può quindi capitare di aggiungerne o rimuoverne;

03.png

Per eliminare una riga di associazione, è sufficiente premere una volta con il tasto sinistro del mouse in un punto qualsiasi della riga che si desidera eliminare e poi premere sul pulsante con il simbolo di una "x" rossa in alto a destra della griglia e confermare il messaggio visualizzato.

Per aggiungere delle associazioni invece occorre  premere sul pulsante con il simbolo "+" verde in alto a destra della griglia ed inserire una nuova riga.

Nel nostro esempio, la procedura non ha potuto determinare l'associazione per i dati: "Codice Unità di Misura" "Nome Unità di misura", pertanto l'associazione di questi dati deve essere indicata manualmente. In questo caso, nella colonna "Proprietà Entità" occorre impostare il valore "Codice" e nella "Colonna tabella destinazione" occorre indicare il campo della tabella dell'anagrafica delle Unità di Misura dove il dato deve essere importato cioè il campo "BaseUdM"; ripetere l'operazione per l'associazione "Nome" e "Description", ottenendo il seguente risultato:

04.png

Nell'immagine sopra riportata è possibile notare l'icona della chiave CHIAVE.PNG in corrispondenza del campo "Chiave" nel database di destinazione. Tale icona segnala all'utente quale è il campo chiave nel database di destinazione in modo da verificare la corretta compilazione. Il campo chiave nei due database può non coincidere, nell'esempio che stiamo descrivendo in Bravo Manufacturing il campo chiave è il campo "ID unità di misura" ed in Mago.Net di Microarea il campo chiave è "BaseUoM". Eventuali differenze di campo chiave vengono segnalate dalla procedura con un messaggio di avviso, rispondere "Si" se i valori impostati sono corretti.

05.png

Nota: nel'esempio che si sta descrivendo la procedura notifica la necessità di controllare le chiavi impostate, premere il pulsante "Si" in quanto correttamente configurate.

  • dopo aver completato l'associazione dell colonne, premere sul pulsante "Continua >";
  • nello step successivo, viene visualizzato un riepilogo delle impostazioni del Task, nella griglia sono mostrati eventuali messaggi di avviso: quelli evidenziati con l'icona "i" sono potenziali messaggi di errore, pertanto possono essere ignorati, se invece sono mostrati dei messaggi di errori bloccanti questi devono essere verificati e risolti, altrimenti la procedura di importazione andrà in errore;
  • nel campo "Operazione effettuata in caso di troncamento" occorre indicare che comportamento la procedura deve attuare in caso di importazione di dati troncanti, cioè quando un valore che viene importato ha una lunghezza maggiore rispetto al campo che deve ospitare il dato, è possibile scegliere:
    • "Applica e continua", se la procedura rileva l'importazione di dati troncati, prosegue l'importazione ed importa i dati troncati, in questo caso si potrebbero verificare delle incongruenze nei dati importati;
    • "Stop e annulla modifiche", se la procedura rileva l'importazione di dati troncati, si interrompe e non importa i dati;
      selezionare quindi il comportamento desiderato;
  • nel campo "Modalità di esecuzione" è preselezionata l'opzione "Totale" in modo da importare sempre tutti i dati presenti sul database (opzione predefinita e non modificabile);
  • premere sul pulsante "Salva" per confermare la creazione del Task, premere sul triangolo a lato del pulsante di salvataggio per selezionare altre opzioni:
    • "Salva", il Task viene salvato, ma non eseguito;
    • "Salva ed avvia", il Task viene salvato e poi immediatamente eseguito;
    • "Avvia senza salvare", il Task non viene salvato e viene immediatamente eseguito;
      selezionata la scelta desiderata, premere sul pulsante con la voce selezionata per eseguirla;

06.png

  • dopo il salvataggio, la maschera del wizard di creazione Task di importazione si chiude automaticamente.

Il pulsante "< Indietro" consente di ritornare allo step precedente del wizard rispetto a quello dove si è posizionati e il pulsante "Annulla" consente di annullare la creazione del Task di esportazione e viene visualizzato un'ulteriore messaggio di conferma per annullare la creazione del Task.

Come eseguire un Task di esportazione
Per eseguire un Task di esportazione è necessario:

  • premere sulla voce di menù "Strumenti";
  • premere sulla voce di menù "Esportazione Dati" nella voce "Bravo DataExchange";
  • impostare la spunta nella "Lista dei Task" in corrispondenza della riga del Task di esportazione che si desidera eseguire , è possibile selezionare più Task ed eseguirli contemporaneamente;
  • nella barra degli strumenti premere sul pulsante "Esegui" per eseguire i Task selezionati; premendo sul triangolo sotto il pulsante è possibile scegliere anche l'opzione "Simula" che consente di simulare l'esecuzione dei Task selezionati senza effettivamente esportare i dati nel database del gestionale ERP, in questo modo è possibile verificare se il Task è correttamente configurato; dopo aver selezionato la voce occorre premere sul pulsante per avviare l'esecuzione o la simulazione;

07.png

  • premere sul pulsante "Si" nel messaggio di conferma per avviare l'esecuzione o la simulazione del Task;
  • lo stato di avanzamento dell'elaborazione viene mostrato nella colonna "Stato Avanzamento";
  • un messaggio di avviso conferma che i Task selezionati sono stati eseguiti o simulati, premere sul pulsante "OK";
  • nella griglia della "Lista dei Log" è possibile verificare l'esito del Task eseguito, è possibile verificare per esempio la data\ora di esecuzione, il tempo di esecuzione e lo stato, se lo stato è "Successo" il Task è stato eseguito correttamente, in caso di errore lo stato è "Fallito".
    Se il Task è simulato, nel campo stato oltre all'esito viene visualizzata la dicitura "[Simulazione]";

08.png

  • eseguendo un doppio clic con il tasto sinistro del mouse sulla riga di un Log oppure dopo aver selezionato una riga di Log premendoci sopra una volta con il tasto sinistro del mouse in un qualsiasi punto della riga e premendo sul pulsante in alto a destra della griglia con l'immagine di una lente, è possibile visualizzare il testo completo del Log; nella maschera del dettaglio del Log è possibile:
    • premere sul pulsante "Copia" Copia.png per copiare negli appunti il testo del Log da incollare in un documento di Word o in un'email per esempio;
    • premere sul pulsante "Apri File" per aprire il testo del Log con l'editor di testo impostato di default sul computer;
    • premere sul pulsante "Annulla" per chiudere la maschera del Log.
      Il testo del Log può essere utile per verificare eventuali errori.
      Selezionando una riga di Log premendoci sopra una volta con il tasto sinistro del mouse in un qualsiasi punto della riga e premendo sul pulsante in alto a destra della griglia con il simbolo di una "x" rossa è possibile eliminare la riga di Log selezionata.
  • se il Task è stato eseguito con successo, la tabella del database indicato è stata popolata  con i dati esportati.

09.png

Approfondimenti

  • Premendo sul pulsante "Esegui Tutti" EseguiTutti.png nella barra degli strumenti vengono eseguiti tutti i Task presenti nella lista dei Task e non disabilitati senza bisogno di selezionarli;
  • Indipendentemente dalla tipologia di dati esportati, vengono esportati sempre tutti i dati delle tabelle interessate come comportamento predefinito e non modificabile.

 

Altre domande? Invia una richiesta

Commenti

Powered by Zendesk